Romance · Senza categoria · Standalone · Young adult

Recensione” Nel modo in cui cade la neve”

Titolo: Nel modo in cui cade la neve

Autore: Erin Doom

CE: Magazzini Salani

Prezzo: 16.90€ cartaceo, 8.99€ ebook

Pagine: 480

Trama: Un cuore candido come la neve, un amore che infuria come la bufera, un segreto prezioso, da custodire oltre la morte. Ivy è cresciuta fra laghi ghiacciati e boschi incontaminati, circondata dalla neve che tanto ama. Ecco perché, quando rimane orfana ed è costretta a trasferirsi in California, riesce a pensare soltanto a ciò che si è lasciata indietro. Il Canada, la sua terra, e un vuoto incolmabile. Tra quelle montagne c’è il passato a cui la ragazza è tanto legata, lo stesso che, a sua insaputa, le ha cucito addosso un segreto pericoloso. Adesso l’unica famiglia che le rimane è quella di John, il suo dolcissimo padrino. Le basta poco, però, per capire che il figlio di John, Mason, non è più il bambino sdentato che da piccola ha visto in foto. Ormai è cresciuto e ha gli occhi affilati di una bestia selvatica, un volto simile a un covo di ombre. E quando le sorride torvo per la prima volta, incurvando le labbra perfette, Ivy si rende conto che la loro convivenza sarà più difficile del previsto. Mason, infatti, non la vuole lì e non fa niente per nasconderlo. Mentre tenta di restare a galla tra le onde impetuose della sua nuova vita in riva all’oceano, il Canada e i suoi misteri non smettono di tormentare Ivy. Riuscirà il suo cuore, candido come la neve, a fiorire ancora vincendo il gelo dell’inverno?

fabbricante di lacrime, amore, passione, segreti, young adult, un disastro perfetto

Recensione

Buongiorno Lovers, oggi dopo tantissimo tempo, sono tornata con una recensione in collaborazione con Magazzini Salani, che ringrazio moltissimo per l’opportunità e per l’invio del libro in omaggio.

Mi sono da poco avvicinata alla scrittura e al mondo di Erin Doom, l’autrice di “Il fabbricante di ska rime ” e ” Nel mondo un cui cade la neve , che ho conosciuto proprio grazie al suo primo romanzo ” Il fabbricante di lacrime ” che ho letto e recensito una decina di giorni fa.

Se con “Il fabbricante di lacrime ” la Doom mi ha fatto innamorare della sua storia, dei personaggi e del suo stile, con “Nel modo in cui cade la neve ” non può che farmi riconfermare questo mio amore per lei.

“Nel modo in cui cade la neve ” è una storia che ti lascia un vuoto dentro, ti emoziona e ti fa pensare a cosa faresti se improvvisamente nella tua vita mancasse la persona che più ami al mondo, il sole della tua luna , il centro del tuo universo. Ecco per me è stato straziante leggere i sentimenti di Ivy, il suo dolore, la sua perdita, perché è stato come se fossero stati il mio di dolore e di perdita.

Questo libro che inizialmente parte come una storia d’amore, si trasforma e si evolve in qualcosa di diverso, perché oltre all’amore nelle sue mille sfumature c’è il desiderio di essere vista, accettata ma soprattutto il desiderio di avere la forza necessaria per affrontare la vita, una vita diversa, una vita che non si conosce e che ti fa sentire la mancanza della tua casa.

Ivy sente tutto questo, si sente persa, si sente indesiderata in una casa che non conosce, sente la mancanza delle sue montagne, delle stelle nel cielo, del bosco e di suo padre, un padre che è stato il suo tutto, il suo punto di riferimento, il suo migliore amico, la spalla su cui piangere. Non aiuta di certo il fatto che Mason, il figlio del suo padrino, non l’accetta e la vorrebbe fuori dalle loro vite.

“Nel modo in cui cade la neve” è un libro delicato, travolgente e ipnotico che riesce a tenere il lettore ancorato alle pagine, capitolo dopo capitolo, è una storia delicata e dolce, pura per certi versi che fa innamorare il lettore delle montagne del Canada, lasciandolo con la voglia di ritirarsi nei posti meravigliosi descritti da Ivy. Per quanto riguarda la parte romantica tra i nostri protagonisti, devo dire che e stata molto lenta, sviluppata con calma e delicatezza, dando il tempo ad Ivy di accettare i sentimenti che sente dentro di se, sentimenti mai provati prima d’ora.

Mentre per quanto riguarda la parte thriller devo dire che è stata un po’ troppo frettolosa e confusionaria, ma apprezzata, anche se si nota che questo libro è il primo lavoro dell’autrice. L’unica cosa che mi ha fatto storcere il naso e la mancanza di pov alternativi, mi sarebbe tanto piaciuto leggere lo sviluppo delle situazione anche dal punto di vista di Mason, a mio avviso avrebbe avuto molto da raccontare.

Concludo con dire che lo stile di Erin Doom mi piace molto, adoro il suo stile poetico, dolce e timido che conquista il lettore sin da subito.

Classificazione: 5 su 5.
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...