Dispotico

Review Party “Lifelike “

Titolo: LIFELIKE VOL 1

Autore: Jay Kristoff

CE: Mondadori Oscar Vault

Prezzo: 22.00 € cartaceo, 9.99€ ebook

Pagina: 409

Trama: Eve ha diciassette anni, e l’ultima cosa di cui ha bisogno è un segreto da custodire. No, grazie, è già abbastanza impegnata a guardarsi le spalle e a districarsi tra mille problemi. Problema numero uno: il robot gladiatore che ha passato mesi a costruire è stato ridotto a un relitto fumante. Problema numero due: ha perso con gli allibratori i pochi crediti che aveva, l’unico mezzo per comprare le medicine indispensabili a Nonno. Problema numero tre: un gruppo di fanatici puritani la vuole uccidere e… che altro? Ah, sì, ha appena scoperto che può distruggere le macchine con il potere della mente.

Forse ha vissuto momenti peggiori, ma non riesce proprio a ricordarseli.

Quando però scopre la carcassa di un ragazzo androide di nome Ezekiel, nell’ammasso di rottami che chiama casa, tutto cambia; si mette in viaggio per salvare chi ama insieme a lui, alla sua amica Lemon e al suo compagno robotico Cricket: attraverseranno deserti di vetro nero, combatteranno contro cyborg assassini, esploreranno megalopoli abbandonate, fino a scoprire i segreti sepolti nel suo passato… anche se ci sono segreti che è meglio non portare alla luce.

Recensione

Buongiorno Lovers e ben ritrovati, oggi torno a farvi compagnia con una recensione in collaborazione con la casa editrice Mondadori, che ringrazio moltissimo per l’invio del file in omaggi e per la disponibilità.

Ho sempre voluto avvicinarmi alla scrittura di Jay Kristoff, di conoscere il grande maestro che tutti lodano e amano alla follia, quando inaspettatamente mi sono ritrovata una mail con una proposta di collaborazione per la nuova uscita targata Oscar Vault e Jay Kristoff non ho saputo dire di no.

Per me approdare alla sua scrittura e stato qualcosa di nuovo, un esperienza che dovevo fare e devo dire che non so ancora cosa pensare.

Lifelike è un romanzo distopico ambientato in un futuro post apocalittico alla MadMax e Alita L’angelo della vendetta con personaggi dalle mille sfumature.

La nostra protagonista Eve è una ragazza di 17 anni, che vive con il nonno, la sua migliore amica Lemon e Cricket un adorabile aiutobot con una personalità ironica e divertente nelle Scorie, una gigantesca discarica di rifiuti di ogni tipo.

La vita di Eve non e mai stata facile, dopo lo sterminio della sua famiglia che la vista come l’unica sopravvissuta, Eve ha passato i successivi due anni a prendersi cura del nonno Silas, l’unico parente in vita che le rimane. Tra una gara all’ultimo bullone di robot nella PalaGuerra e recuperi materiali nelle discariche, l’unico scopo di Eve e quello di racimolare credit per le medicine del nonno.

Ma durante l’ultimo scontro nell’arena del PalaGuerra durante un combattimento qualcosa va storto e Eve si ritrova sul punto di fare una brutta fine se non fosse che improvvisamente tutti i circuiti del robot avversario vengono fritti, scatenando l’approvazione della folla e la paura che qualcosa di grande sta per accadere.

In preda alla nuova scoperta Eve, Lemon e Cricket scapano via, ma sulla via di casa assistono ad un combattimento aereo, dove incontrano uno strano essere che Eve raccoglie con l’intenzione di venderlo al miglior offerente. Solo che l’essere da lei recuperato non sembra del tutto un robot, anzi sembra qualcos’altro, un sembiante e sarà grazie a questa nuova scoperta che si somma alla scoperta di possedere dei poteri che le vite di Eve, Lemon e Cricket saranno stravolte per sempre portando a gala segreti, omicidi e voglia di vendetta.

In un mondo governato da due grandi CapoCorporation in nostri protagonisti dovranno affrontare una corsa contro il tempo per mettersi in salvo, per salvare le persone che amano e forse impedire la fine dell’estinzione umana.

Lifelike si presenta al lettore con un libro distopico, futuristico e molte reale, un incrocio non solo tra MadMax e Alita l’angelo della vendetta, ma anche tra Terminator, le vicende della famiglia Romanov e qualche pizzico alla Romeo e Giulietta. La sua lettura non può lasciare indifferente il lettore, senza alcuna possibilità di scegliere da che parte stare e che tipo di sentimenti provare. Io personalmente sin dall’inizio della sua lettura mi sono sentita molto triste per la fine e la distruzione dei robot nei spettacoli della Palaguerra, infastidita dalle loro indifferenza, gioia e sete di distruzione verso qualcuno e qualcosa.

Questo aspetto della storia mette il lettore di fronte all’essere umano che per vivere bene deve sempre avere qualcuno o qualcosa da odiare, non importa che sia un altro essere umano o semplicemente una macchina, e risaputo che da sempre l’uomo nella sua natura e distruttivo, avido, egoista, geloso e invidioso.

Leggendo questo primo volume non ho potuto fare a meno di pensare ai pensieri di con loro che vengono sterminati per l’intrattenimento della maggioranza, per la sete di potere, lasciandomi dentro una tristezza assoluta, una rabbia e una consapevolezza sul uomo che deve sempre dominare su tutto e tutti.

Lifelike e il primo volume di una trilogia che apre le porte su un mondo devastato, distrutto ma ancora pieno di speranza e di voglia di sopravvivere. Sebbene la sua scrittura inizialmente non mi aveva preso risultando anche un po’ noiosa, devo riconoscere che verso la metà e verso la fine le cose si sono fatte interessanti tanto da catturare la mia attenzione e stuzzicando la mia curiosità, soprattutto sul finale e sulle scelte che ne seguiranno.

Classificazione: 3 su 5.

3 pensieri riguardo “Review Party “Lifelike “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...