Romance

Recensione ” A un passo da noi “

Titolo: A un passo da noi

Autore: Azzurra Sichera

CE: Harpercollins

Prezzo: 5.99 € ebook

Pagine:278

Trama: Un ballerino affascinante e scontroso, una dottoressa che prova a rimettere insieme la sua vita e un segreto.
Durante una tournée, il danzatore Aleksej Sokolov si lesiona un ginocchio e deve fermarsi a Bloomfield, dove vive e lavora la dottoressa Zoe Parker. Per i due all’inizio non è facile comunicare, Aleksej è chiuso in se stesso e Zoe è piena di problemi che riguardano il suo passato e la gestione della locanda di famiglia. Presto però si accorgono che è possibile creare un legame anche senza parole e che il dolore a volte è capace di creare unioni inattese. Aleksej scopre cosa significa essere accolti e Zoe apre di nuovo il suo cuore. Ma se quei giorni insieme, per uno dei due, fossero stati solo un accordo economico?

Recensione

Buongiorno Lovers, oggi torno con una recensione in collaborazione con Harpercollins, che ringrazio moltissimo per l’invio del libro in omaggio e per la disponibilità.

Ho deciso di leggere “A un passo da noi ” di Azzurra Sichera, uscito per la Harpercollins il 15 giugno, perché mi sono lasciata influenzare dalla passione e dall’entusiasmo di tutte le persone che conosco in merito al libro.

Penso che possiate immaginare la mi felicità quando ho presso in mano il libro, tutta decisa a imbarcarmi in una lettura travolgente, appassionata e delicata per scoprire poi che la lettura di “A un passo da noi” non ha suscitato in me le dovute emozioni.

Ci troviamo nelle piccola citta di Bloomfield, dove sta per esibirsi una delle più famose compagnie di danza al mondo con primo ballerino Aleksej Sokolov, ma durante uno dei spettacoli Aleksej si infortuna ad una gamba , mettendo a rischio tutta la sua carriera.

Aleksej si vede costretto a rimanere a Bloomfield per un paio di mesi su raccomandazione di con lui che gestisce tutta la baracca. Ma Alek e tutt’altro che disponibile a rimanere li, in quella citta dimenticata da Dio, in compagnia di persone che non conosce e di cui non si fida , una tra queste e Zoe Parker, la sua nuova fisioterapista, incaricata di aiutarlo con la riabilitazione dopo l’infortunio.

Alek sin dall’inizio si mostra scontroso, freddo, distaccato e disinteressato a tutto quello che lo circonda, e come se non bastasse sin dal primo incontro mette in dubbio la bravura e le competenze della dottoressa Parker.

Per fortuna di Alek, Zoe non è una persona che si lasci scoraggiare dal suo brutto caratteraccio , anzi lei e convita che con il tempo e con le giuste cure tutto si può aggiustare, anche chi per colpa del suo comportamento ha allontanato tutti.

Per Alek è difficile entrare in confidenza con i suoi nuovi “amici “, la sua infanzia e vita non sono mai state facili, anzi il suo passato e intriso di sofferenza e fame, di odio e povertà, lui stesso fa fatica a perdonarsi per le scelte che ha dovuto fare per sopravvivere. Alek è il risultato di un mondo buio e crudele, che a distanza di anni continua a tormentarlo.

Sarà grazie alla famiglia di Zoe che Alek proverà sulla propria pelle il calore della famiglia, l’amore che questa può offrire, ma a volte le vecchie ferite tornano ad aprirsi e l’insicurezza e la paura trovano di nuovo la strada nel cuore e nella mente di Alek.

Come stavo dicendo prima, “A un passo da noi ” non ha suscitato in me quell’emozioni ormai conosciute, che mi accompagnano ogni singola volta in un viaggio indimenticabile che è la lettura.

Forse avevo aspettative troppo grandi, forse mi aspettavo più drammi e più passione , e per passione non si intende il sesso, ma quella chimica che si sprigiona tra due protagonisti, una chimica che può essere tagliata con il coltello per quanto è forte e palpabile.

“A un passo da noi ” non è una brutta lettura, anzi la trama e la storia sono di una delicatezza e di una dolcezza unica, si percepisce il percorso che entrambi i personaggi affrontano per superare gli ostacoli sui loro cammini.

Ma quello che sto cercando di dire , dal mio punto di vista, è che oltre i mille pensieri di uno o dell’altro all’interno del libro non succede chi sa che, manca quell’emozione che mi fa battere il cuore, l’ansia che si prova girando pagina e il batticuore quando leggiamo qualcosa di sorprendente, l’elemento WOW.

Questo non vuol dire che se a me ha fatto questo effetto, deve per forza essere cosi per tutti voi , non dimentichiamoci che siamo persone con giusti diversi in tutto, persino nella lettura, quindi per farvi una vostra opinione leggetelo, perché solo leggendo potrete arrivare a un giustizio in merito, che sia positivo o negativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...