Bad boy · Fantasy · Graphic Novell · horror · paranormale · Series

Recensione “Angel+Spike – uomini e lupi vol 4 “

Titolo: Angel+Spike -uomini e lupi vol 4

Autori:  Joss Whedon (Autore), Adam Smith (Autore), Zac Thompson (Autore), Gleb Melnikov (Illustratore)

CE: Saldapress

Prezzo: 19.90 € cartaceo

Pagine: 128

Trama: Ancora una volta, Angel è stato messo alle strette: i demoni che si nascondono dietro la facciata dello studio legale Wolfram & Hart sembrano essere a un passo dalla realizzazione del loro piano. Come se non bastasse, ora il più importante vampiro del Buffyverse può contare solo sull’aiuto dell’unico alleato che non vorrebbe al suo fianco: Spike! Nel frattempo, mentre Gunn e Fred intraprendono una missione che potrebbe metterli in grave pericolo, la detective della polizia di Los Angeles Kate Lockley è sempre più vicina alla verità e ben presto lei, Angel e Spike dovranno confrontarsi con i demoni (non certo metaforici!) del loro passato. Il tempo stringe e il male, questa volta, potrebbe davvero vincere la battaglia decisiva. La conclusione della serie spin-off di Buffy incentrata su uno dei personaggi più amati e seguiti dell’intero Buffyverse.

Recensione

Buongiorno Lovers, oggi continuiamo la recensione della serie di Angel+ Spike in collaborazione con la Saldapress, che ringrazio come sempre per l’invio del fumetto in omaggio e della disponibilità.

“Angel + Spike – uomni e lupi vol 4 ” si apre con uno sguardo sul passato di Angel del 1962 intento a risolvere l’assassinio di una sua vecchia amica, che per sconfiggere il cancro ha venduto la sua anima. Deciso più che mai a risolvere questo omicidio Angel si mette sulle tracce di con lui a cui era destinata l’anima della sua amica, dando via cosi ad un indagine che porterà Angel sulle tracce dell’assassino.

Con il prossimo capitolo ci troviamo di nuovo ai giorni nostri con Angel e la sua squadra impegnata ad indagare su alcuni casi di persone scomparse, la pista sembra portare sulle tracce di un bracco di lupi mannari. Con questo capitolo entra in scena anche Oz, trasformato totalmente nelle sua forma di lupo intraprende uno scontro con la squadra di Angel.

Messi alle strette dalla forza del lupo ,Angel riesce a metterlo fuori gioco facendoli ingerire dell’argento. Poco dopo nella casa di Angel, dopo una accesa discussione sul passato di Gun e sul mancato ritrovamento di Fred, ora alla capo della Wolfram & Hart , Angel insieme a Spike e Mara decidono di dare un occhiata da vicino al lupo in cantina.

Ma con il sorgere del sole il lupo e diventato un ragazzo di nome Oz, disposto ad aiutare la Angel investigation per trovare il bracco responsabile di tutte le sparizioni. Durante i vari capitoli del volume viene fuori anche qualche straccio del passato di Mara e quest’ultima inizia ad avere sete di potere

Nel fra tempo alla sede della W&H, Fred si ritrova a prendere delle decisioni che non le piacciono, ma non ha voce in capitolo essendo lei ora sotto il controllo do Baphomet, ma sembra che lui non sia l’unico ad abitare il corpo d Fred, c’è anche una seconda entità sconosciuta all’interno di Fred, il suo nome e Mura, una dea verdeggiante.

Con l’aiuto di Oz che fa da esca e da segugio Angel e la squadra rintracciano il branco di lupi. Una volta nel loro covo Angel , Spike, Gun e Kate iniziano un combattimento con i mannari, riuscendo ad avere la meglio grazie al sorgere del sole.

C’è da dire che sarà proprio la sconfitta del branco a permettere alla squadra di scoprire l’ubicazione della W&H, cosi da poter andare e salvare Fred, ma sarà Fred a salvarsi da sola con l’aiuto della Dea Mura, e non solo, salverà anche l’intera squadra teletransportandosi con loro nella hall dell’Hyperion.

“Angel + Spike uomini e lupi ” si chiude con uno colpo di scena che lascia il lettore molto sorpreso e curioso sul proseguimento della storia. Io personalmente sono rimasta di sasso ma anche piacevolmente colpita, considerando che con il finale del volume si va ad esplorare il multiverso. Mi sembra di essere tornata ai tempi di Berry Allen che viaggiava attraverso i multiversi incontrando più versioni di se stesso.

La storia di Angel e la sua squadra si fa sempre più interessante ogni volume che passa, ancora una volta il personaggio che più spicca tra le pagine e Spike, che riesce ad entrare in sintonia con tutti quelli che incontra facendo eccezione per Angel e Kate. Per capire basta vedere il rapporto che nasce tra lui e Fred, e tra lui e Oz, un senzatetto mannaro con lui lega quasi subito.

Il sviluppo della storia d’amore tra Angel e Kate mi sembra un po’ affrettato anche considerando che lei non ha ancora recuperato i ricordi della sua vita passata come compagna sanguinaria di Angelus.

Per quanto i personaggi di Angel somigliano alla serie tv, la storia che loro raccontano e del tutto diversa e originale in confronto alla serie originale.

Per quanto riguarda i disegni e i colori, devo dire che in confronto al precedente volume i disegni sono molto diversi, piu squadrati, sporchi e per niente assomigliati ai precedenti, c’è anche un leggero cambio di look nei personaggi Angel abbandona giacca di pelle e camicia nera per indossare una camicia rossa, mentre Spike lascia il suo leggendario capoto per una camicia a fiori hawaiani.

I colori variano tra le varie sfumature di giallo, verde, blu, rosso e nero ed insieme ai disegni poco definiti e squadrati rendono la lettura del fumetto una visione di serie tv anni ’60, ma questo non impedisce di certo la lettura, anzi e sempre ben scorrevole e fluida.

Aspetto il prossimo volume con ansia per scoprire le nuove avventure dei nostri eroi tenebrosi.

Classificazione: 4 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...