Senza categoria

Recensione “Ruckus – Senza regole “

Titolo: Ruckus- senza regole

Autore: L.J Shen

CE: Always publishing

Prezzo: 14.90€ cartaceo, 5.99 € ebook

Pagine: 380

Trama: Per Rosie, Dean Cole è un amore proibito. Nonostante cerchi di vivere ogni istante al massimo, una salute precaria tiene Rosie LeBlanc lontana dagli altri come un muro invisibile, perché lei è consapevole che un giorno tutto potrebbe esserle strappato via. L’unico ragazzo che sia mai stato capace di farla sentire realmente viva è allo stesso tempo l’inesorabile promemoria che l’orologio dentro di lei continua a scorrere. L’unico ragazzo capace di farla sentire realmente viva è un desiderio proibito per Rosie, perché tanti anni prima è stato il fidanzato della sua amata sorella. Per Dean, Rosie LeBlanc è una stella catturare. Ricco, affascinante e selvaggio, Dean “Ruckus” Cole ha il mondo ai suoi piedi e conosce un solo modo di vivere: senza regole.Il suo equilibrio fatto di eccessi viene sconvolto quando nella sua vita torna l’unica ragazza capace di infiammargli la mente e il cuore, l’unica ragazza a cui abbia mai dovuto rinunciare. Insolente, spavalda, bella da morire, Rosie è come una stella per Dean: fulgida, effimera e inafferrabile nella sua bellezza. Ma ora ha una seconda possibilità per conquistare la sua luce, ed è determinato a non farsela sfuggire. Dean è pronto a una battaglia senza regole, persino se i suoi avversari saranno il destino, il tempo, e i demoni del suo stesso passato.

Recensione

Buongiorno Lover, oggi torno con una recensione per una rilettura fatta due anni fa, una rilettura che mi ha presso e distrutta esattamente come la prima volta, perché se c’è una cosa che amo dei libri di L.J Shen è proprio la sua capacita di far innamorare il lettore di personaggi che se fossero reali sarebbero evitati come la peste per il loro comportamento e atteggiamento.

Ma si sa l’animo umano è un po’ masochista, troppo sognatore e desideroso d’amore e non riesce a dire di no davanti ad una storia d’amore che al suo interno rinchiude tutti gli sentimenti e le emozioni del mondo.

I suoi personaggi Dean e Rosie sono imperfetti, ironici, difettosi e pezzati ma insieme sono l’uno il meglio dell’altra, si completano.

Rosie è la più piccola della sorelle LeBlanc che soffre di una malattia incurabile e sa che non può desidera un finale felice per se stessa, ma questo non la ferma dall’affrontare la vita con grinta, forza, coraggio e tanto amore per chi li sta intorno.

Dean invece è uno dei 4 HotHoles, che vive la sua vita fatta di vizi, donne, droghe e alcool , ma anche lui come Rosie soffre, ma la sua sofferenza e diversa, oscura ma guaribile con le giuste cure.

Il rapporto tra loro due è sempre stato speciale, sin dalla prima volta, anche se la vita ci si è mesa di mezzo facendoli prendere strade diverse, come due pianeti che prima si avvicinano e poi si allontanano per essere trascinati ancora è ancora arrivando in rotta di collisione.

Ora Dean dopo anni ad aspettare è più deciso che mai di prendersi la sua BabyleBlanc, a conquistarla, a farla sua ad amarla.

Tra batture ironiche, richieste più che esplicite, flirt per niente innocenti finalmente sembra che nell’orbita della Terra sia apparsa Sirio luminosa più che mai, pronta a prendersi quello che è suo, rischiando di spezzarsi il cuore se è necessario.

Leggere Ruckus è stato come andare sulle montagne russe senza cintura di sicurezza, consapevoli del male che stava per arrivare ma impazienti di affrontare tutto, ansiosi di farsi del male come drogati di adrenalina in cerca della sua dose giornaliera.

La storia d’amore non spica per originalità, ma l’autrice ha saputo renderla crudele e brutale, con pizzichi di ironia e sensualità che lasciano il lettore senza fiato è in cerca della prossima dose del suo male preferito. L’autrice ha reso i personaggi reali, tangibili con problemi da affrontare, gli ha resi umani, deboli ai sentimenti e alle emozioni anche quando si sforzavano di risultare freddi e crudeli.

“Ruckus – senza pieta ” è una lettura che si divora sin dalle prime pagine, come una fame chimica che non riesci a placare se non leggi il prossimo capitolo . Personalmente avrei letto e riletto il libro al infinito, per le emozioni che ti sopraffanno, per le sensazioni e per il senso di vuoto che senti ogni singola volta quando leggi l’ultima pagina.

Classificazione: 5 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...