romanzo di formazione e crescita interiore con sfumature dark

Recensione ” Il fabbricante di lacrime “

Titolo: Il fabbricante di lacrime

Autore: Erin Doon

CE: MagazziniSalani

Prezzo: 15.90 €, 8.99 €

Pagine; 672

Trama: Tra le mura del Grave, l’orfanotrofio in cui Nica è cresciuta, si raccontano da sempre storie e leggende a lume di candela. La più famosa è quella del fabbricante di lacrime, un misterioso artigiano dagli occhi chiari come il vetro, colpevole di aver forgiato tutte le paure e le angosce che abitano il cuore degli uomini. Ma a diciassette anni per Nica è giunto il momento di lasciarsi alle spalle le favole tetre dell’infanzia. Il suo sogno più grande, infatti, sta per avverarsi. I coniugi Milligan hanno avviato le pratiche per l’adozione e sono pronti a donarle la famiglia che ha sempre desiderato. Nella nuova casa, però, Nica non è da sola. Insieme a lei viene portato via dal Grave anche Rigel, un orfano inquieto e misterioso, l’ultima persona al mondo che Nica desidererebbe come fratello adottivo. Rigel è intelligente, scaltro, suona il pianoforte come un demone incantatore ed è dotato di una bellezza in grado di ammaliare, ma il suo aspetto angelico cela un’indole oscura. Anche se Nica e Rigel sono uniti da un passato comune di dolore e privazioni, la convivenza tra loro sembra impossibile. Soprattutto quando la leggenda torna a insinuarsi nelle loro vite e il fabbricante di lacrime si fa improvvisamente reale, sempre più vicino. Eppure Nica, dolce e coraggiosa, è disposta a tutto per difendere il suo sogno, perché solo se avrà il coraggio di affrontare gli incubi che la tormentano, potrà librarsi finalmente libera come la farfalla di cui porta il nome.

Recensione

Buongiorno Lovers, oggi torno a parlare di un libro che sta invadendo il popolo di bookstagram, tutti l’ho leggono, c’è chi l’ho ama e chi invece l’ho trova noioso. Prima di iniziare a dire la mia voglio ringraziare la casa editrice per la collaborazione e per l’invio del libro in omaggio.

Ammetto che non conoscevo la penna e il stile di Erin Doom, e iniziare la lettura di “Il fabbricante di lacrime ” e stato come buttarsi da un treno in corsa, non sapevo come aspettarmi da una storia con un titolo da libro fantasy, perché ammetto che il mio primo pensiero sia stato “non vedo l’ora di leggere questa nuova storia fantasy “.

Ma la verità e un altra cosa, perché la storia di Nica e Rigel non rientra nei cannoni ufficiali da “romance rosa” o “young adult “, non si può definire neanche un dark romance, anche se il libro e caratterizzato da tutti questi tre generi insieme. Penso che il termine giusto sia romanzo di formazione e crescita interiore con sfumature dark.

La storia di questi due personaggi e cosi complicata, oscura, fatta di abusi e violenza, di sofferenza e dolore che per chi non si e mai approcciato al genere o non è abituato a leggere questo genere di lettura, può trovare la lettura molto diseducativa, senza senso, ripetitiva o noiosa.

Chi invece come me ama il genere un po’ dark e complicato, dove i protagonisti per avere il loro lieto fine o il loro pezzetto di paradiso, devono prima affrontare le difficolta della vita, gli ostacoli che incontreranno strada facendo, e una crescita interiore per renderli le persone che sognano di essere e non quelle che gli altri vedono, e la lettura perfetta, quella che vi farà compagnia per giorni interi, che vi farà emozionare, arrabbiare, avere il cuore in gola e l’ansia a mille .

Quindi io personalmente ho apprezzato molto la lettura di “Il fabbricante di lacrime ” , perché attraverso le pagine, i capitoli , le lacrime della protagonista si è testimoni di emozioni forti che fanno sentire il lettore in sintonia con i protagonisti, ma non sempre d’accordo con gli eventi o le situazioni che si volgono al suo interno.

Per quanto invece riguarda il stile dell’autrice devo dire che l’ho trovato unico nel suo genere, delicato e poetico, anche se per i miei gusti si e ripetuta parecchie volte nel descrivere situazioni simili. Sono rimasta anche molto delusa della sua scelta di non introdurre il pov di Rigel sin dal inizio, ma capisco perché non l’ha fatto, dandoci la possibilità di conoscerlo prima attraverso gli occhi e le parole della protagonista.

Per concludere torniamo sui nostri due protagonisti, che sono quelli che subiscono una maggiore crescita nel corso della storia. Nica si dall’inizio ci viene presentata come una persona delicata, solare, dolce , unica e piena di affetto, e spesso queste sue caratteristiche la fanno risultare molto ingenua, ma anche una persona forte e dall’animo buono che per superare i suoi traumi, come la perdita dei genitori e gli abusi di violenza, si sia rifugiata in un mondo tutto suo dove la delicatezza e la chiave per tutto.

Rigel invece ci viene presentato come il cattivo, l’uomo nero, il lupo malvagio e crudele della storia di Nica, ma la realtà e che anche lui e stata vittima di abusi, forse non fisici, non di quelli che lasciano il segno in superficie, ma secondo me anche assistere alle scene di abusi subiti dagli altri bambini e una forma di abuso, che l’ha reso violento e all’apparenza insensibile e incapace di amare.

Ma si e veramente incapaci di amare quando per metta della tua vita non ti e mai stato insegnato ad amare nel modo giusto?

E questa la domanda che seconda me dobbiamo farci mentre leggiamo di Rigel, perché come lui afferma sin da piccolo ha imparato a non doversi affezionare alle persone specialmente a LEI.

Concludo con dire che sconsiglio la lettura di “Il fabbricante di lacrime ” alle persone sotto i 19-20 anni, perché chi non ha mai letto niente del genere potrebbe percepire un messaggio sbagliato dove avere una relazione tossica o essere vittima di abusi e normale. La verità e che questa e una storia fittizia e non si deve MAI e dico MAI prendere per esempio.

Classificazione: 4 su 5.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...