Aplha man · Bad boy · Dark romance · emenies to lovers · paranormale · Series · Standalone

Recensione “King – Midnight Mayhem vol I”

Titolo: King Midnight Mayhem vol I

Autore: Amo Jones

CE: Virgibooks

Prezzo: 14.50 cartaceo, 2.99 ebook

Pagine: 523

Trama: Benvenuti a Midnight Mayhem. Non siamo un circo, non siamo un luna park, e l’unica cosa che dovreste temere di perdere stasera… è la vostra salute mentale.

Il mio nome è Dove Hendry.
Il mio è Kingston Axton.
Sono stata catturata dalle tenebre.
Lei appartiene a noi dalla notte dei tempi…
Sono stata addestrata per far parte del Midnight Mayhem. Non ho mai avuto alcuna scelta.
Lei non è solo entrata a far parte del nostro mondo. Questo mondo è sempre stato il suo, anche se lei non lo sa…
I quattro Fratelli Kiznitch mi odiano, e King mi detesta più di tutti loro. Eppure, non mi lasciano andare…
Attenta, Little Bird. Sei stata avvisata molto tempo fa…
Giochetti mentali.

Prove estreme.
Inganno.
Potere.
Per anni sono stata perseguitata da un’Ombra. I suoi respiri hanno soffiato sulle mie notti… le sue mani hanno accarezzato i miei incubi. Quando sono stata portata al Midnight Mayhem, l’Ombra è svanita. Ma non riesco a smettere di interrogarmi sulla sua identità…
Non dovrà interrogarsi ancora a lungo.

Recensione

Benvenuti a Midnight Mayhem. Non siamo un circo, non siamo un luna park, e l’unica cosa che dovreste temere di perdere stasera… è la vostra salute mentale.

Buongiorno Lovers , queste sono le parole che ci introducono nell’universo contorto ,dark , sexy e passionale di Amo Jones, il Midnight Mayhem. Arrivata in Italia per la prima volta con Sicko edito Virgibooks, Amo Jones ha conquistato il pubblico italiano della lettura con le sue storie oscure e selvagge, ma attenzione lettori, le storie di Amo Jones non sono per tutti. Se non sei un amante del genere dark romance e se non ti sei mai appropriato al genere vi sconsiglio di leggere il suoi libri.

“King – midnight mayhem vol I” apre le porte ad un mondo sconosciuto, oscuro, malvagio, caotico, libero da ogni inibizione , adrenalinico che confonde la mente e il cuore.

I suoi personaggi sono sopra le righe, escono fuori dagli schermi da noi conosciuti, fanno dei tabù la normalità, le regole sociali per loro non esistono e la pazzia va di pari passo con l’adrenalina e il pericolo.

In questo primo volume veniamo introdotti insieme alla protagonista nel mondo del Midnight Mayhem, e non e un introduzione dolce e gentile, ma crudele e folle, tanto da farti perdere la testa.

Dove è una ballerina dall’animo oscuro e tormentato, ma grazie alla danza riesce a scapare dai sui demoni e dalle ombre che annidano la sua vita. Sin da piccola ha imparato che deve essere forte, a non legarsi a nessuno, a vivere un esistenza un po’ alla volta ,solitaria anche se non è mai del tutto sola. C’è qualcuno che sa sempre dove si trova, un compagno silenzioso che viene fuori dalle viscere dell’oscurità, L’ombra.

L’ombra che perseguita Dove e pericolosa, e bugiarda, malvagia, forgiata per essere un arma, possessiva, divoratrice, vendicativa, non è fatta per amare, e fatta per cacciare e uccidere, eppure li da qualche parte c’è posto anche per altro.

Con occhi attenti e osservatori, Dove riesce a vedere oltre l’ombra e i suoi fratelli, certo loro sono :

Kingston: forte, determinato, riflessivo, intenso. Bugiardo. 
Killian: giocherellone, ambiguo, truffaldino. Bugiardo.
Keaton: sicuro di sé, scettico, premuroso. Bugiardo. 
Kyrin: bipolare, pieno di rabbia rancore e risentimento. Bugiardo.

Ma lei in qualche modo riesce a danzare con tutti loro, con un in particolare riesce anche a prendere fuoco, a farsi divorare dalla passione e poi a scottarsi come ci si scotta quando ci si avvicina troppo al fuoco indomato e selvaggio.

Al Midnight Mayhem non c’e posto per l’amore e tutte quelle stronzate, eppure in qualche modo anche se contorto, oscuro e folle quel sentimento riesce a metterci radici, ma sarà in grado di resistere ?

Quando leggi la trama e ti avvertono che potresti rimanerci secco, non specificano quanto, non ti danno un libretto delle istruzioni all’uso , cosa che secondo me dovrebbero fare, perché la lettura di “King” e stata folle, oscura, passionale e per la maggior parte la metta delle cose che leggevo non le capivo, ero confusa, ammetto che ero anche un po’ disgustata, ma non sono riuscita a separarmi della sua lettura.

King riesce ad entrarti in testa, ti manda il cervello in pappa eppure e Kill il fratello che riesce a giocare meglio con la tua mente ,quello ingannatore.

Ringrazio Maria Vittoria e la Virgibooks per la collaborazione e l’invio del file in omaggio, ma soprattutto per avermi introdotta alla scrittura folle di Amo Jones, che ti prende subito con una trama ricca di colpi di scena, una caccia continua all’indizio, ha scoprire sempre di più ogni volta.

Posso dire che la scrittura della Jones è originale e fluida, molto dettagliata è piena di scene mai viste prima d’ora, che riesce a tenere il lettore incolato alle pagine anche quando l’unica cosa che vorreste fare è scappare. Molti direbbero che è l’effetto Amo Jones e che tutte le sue storie sono storie che creano dipendenza, io posso solo confermare, perché dopo King arriva Kill, una storia che vi porterà ad un livello superiore e più folle.

Classificazione: 5 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...