Historical romance · Romance

Recensione “Il diario di Buenos Aires”

Il diario di Buenos Aires di [Mariarosaria Maione, Cherry Publishing]

Titolo: Il diario di Buenos Aires

Autore: Mariarosaria Maione

CE: Cherry Publishing

Prezzo: 13,50 cartaceo , 4.99 ebook

Pagine: 219

Trama: Samuele doveva sposarsi quando una visita inaspettata lo riporta indietro nel tempo, a una vacanza a Buenos Aires e a una giovane argentina che gli ha fatto battere il cuore fin dal primo istante: Mariam.

Nel 1976, Samuele e Mariam erano giovani e spensierati, noncuranti della scenario politico che li circondava e che spingeva i loro amici a scendere in piazza per rivendicare i loro diritti. Una lotta destinata a fallire e a sconvolgere le loro vite.

In un’avvincente storia tra passato e futuro, Samuele ripercorre le pagine di un diario colmo di passione e dolore, e ritorna a Buenos Aires nel 1990 con la promessa di un nuovo inizio. Un viaggio che si prospetta duro e imprevedibile, tra le strade di una città che, a fatica, cerca di risorgere dalle ceneri della dittatura e che ha lasciato più vittime che vittoriosi. Ma Samuele non si farà trascinare nel vortice del dolore, invece si farà portatore di una nuova speranza per il ricordo di una donna che ama ancora alla follia.

Recensione

Buongiorno Lovers oggi torno a tenervi compagni con una recensione in collaborazione con la Cherry Publishing che ringrazio come sempre per la disponibilità e l’invio del libro in omaggio .

Come ben sapete la Cherry è una nuova casa editrice che da poco ha iniziato a pubblicare libri davvero bellissimi, tra i suoi titoli trovate “l’ultima musa “,” indelebile”, “come una piuma sull’acqua ” e altri titoli davvero meravigliosi.

Questa nuova collaborazione per “Il diario di Buenos Aires” e stata un po’ sofferta, perché la storia al suo interno e un viaggio attraverso gli anni sia presenti che passati, abbiamo due protagonisti che prima di avere il loro lieto fine hanno sofferto, hanno patito le pene dell’inferno, sono morti e poi grazie all’amore sono tornati in vita.

“Il diario di Buenos Aires” è un viaggio di emozioni attraverso due terre L’Argentina e Napoli, il romanzo si apre con il protagonista Simone che sta per sposarsi, ma una visita inaspettata sconvolge la sua vita, riportando a galla vecchi ricordi a volte felici altre volte dolorosi, tanto da togliere il fiato. Questa visita che lascia Simone senza fiato mette le basi a tutta la storia, dando cosi via a un susseguirsi di viaggi, ricordi ma anche flashback del passato, che ci permette di mettere i tasselli della storia tutti insieme per scoprire una verità che fa male.

Il lettore e presente passo per passo accanto ai protagonisti, trattiene il fiato nelle scene di dolore e sofferenza, per poi gioire insieme ai protagonisti in quei attimi di felicità fatti d’amore e baci rubati, per poi essere riportati ancora una volta alla realtà, a quella realtà che fa male, che ha distrutto e spezzato vite umane, lasciando di se solo macerie e fantasmi senza mai trovare la pace.

“Il diario di Buenos Aires” è una lettura che fa riflettere, che pone delle domande senza pero intuire le risposte, la sua scrittura risulta fluida e delicata ma allo stesso tempo e anche dura e cruda perché una della sue caratteristiche e quella di interagire con la storia, con fatti reali, accaduti veramente. Io personalmente adoro quando nei libri viene inserito anche un pezzo della vita reale che sia presente o passata, perché rende il libro e la lettura più significativa, speciale.

Classificazione: 4.5 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...