Romance · Series · Trilogy

Recesnione “La vincerò mai una pecora “

Titolo: La vincerò mai una pecora?

Autore: Francesca Gioacchini

CE: self

Prezzo: 7.90

Pagine: 250

Trama: Quando annunciò ai genitori di aver conosciuto un ragazzo musulmano sapeva che convincerli ad accettarlo non sarebbe stato facile. Fu l’ironia a salvarla. Questo è il diario di Alice, una romana trapiantata a Londra. Da anni è innamorata di Kahil, un ragazzo franco-algerino. Entrambe le famiglie sono contrarie alla relazione, ma mentre i genitori di Alice alla fine capitolano, quelli di lui sono irremovibili. Sullo sfondo di una Londra vista con gli occhi di una straniera, tra un lavoro impegnativo nel cuore della City e fine settimana in giro per l’Europa, Alice vive la contrastata storia d’amore con una forte dose di umorismo.

Recensione

Buongiorno Lovers anche oggi torno con una recensione in collaborazione con l’autrice Francesca, che ringrazio per avermi scelto e per l’invio in omaggio dei suoi libri.

La prima volta che ho visto il libro “la vincerò mai una pecora” e stato qualche anno fa e sono rimasta molto colpita dalla copertina gialla con una pecora in che poverina sembrava smarrita, ma quando mi e stata proposta la collaborazione sono rimasta affascinata dalla storia in se, di questa ragazza che da 5 anni aveva una relazione con un ragazzo musulmano, che nonostante il loro amore avevano entrambe le famiglie contro, per quale motivo vi starate chiedendo? Per pura e semplice paura, una paura basata sulla religione, sulla razza, sulle tradizioni, che secondo il mio umile parere d’avanti all’amore dovrebbero sparire.

Il libro si presenta come un diario con protagonista assoluta Alice che cerca di dividere la sua frenetica vita tra lavoro, amici e amore, sullo sfondo di tre citta meravigliose come Londra, Roma e Parigi. La storia prosegue tra un viaggio e un altro per portare avanti una relazione a distanza che dura già da tre anni, all’inizio non si sente molto la distanza e la difficoltà che si prova nel portare avanti una relazione a distanza, ma con il tempo la nostra protagonista inizia a provare una stanchezza legata ai continui viaggi. Alice inizia a desiderare sempre di più, come una famiglia ,una casa , qualcuno con cui condividere le sue giornate arrivando a mettere un ultimato.

“La vincerò mai una pecora “è un romanzo ironico, divertente, con una protagonista che è un po’ tutte noi, sempre piena di vita, ottimista, goffa, divertente, un ottima amica, ma che sa anche imporsi quando serve. In questo primo volume la figura di Kahil e più una comparsa che, mentre la vera protagonista e la vita di Alice, che ci viene raccontata cosi come avviene con altri e bassi, con imbarazzi e mal intessi. La scrittura risulta fluida e scorrevole, con capitoli non troppo lunghi ma profondi, una volta iniziata la lettura, ci si ritrova a divorare un capitolo dopo l’altro fino ad arrivare a sfogliare l’ultima pagina. L’unica nota negativa che ho trovato e la mancanza di dialoghi, per capirci i dialoghi ci sono ma sono pochi e io sinceramente ne avrei voluti molti di più.

Classificazione: 4 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...