Fantasy · Fantasy storico · Trilogy

Recensione : La regina delle battaglie -Romulus vol 2

Titolo: La regina delle battaglie – Romulus vol 2

Autore: Luca Azzolini

CE: Harpercollins

Pagine. 330

Prezzo: 18.00 cartaceo,9.99 ebook

Trama: Lazio, Terre dei Trenta. VIII secolo a. C. Sull’antico trono dei re di Alba Longa, siede un nuovo e feroce sovrano, Amulius. È un re astuto e sanguinario: il re che era stato promesso. I grandi signori della Lega Albana hanno visto tornare la pioggia che ha lavato via, nel dolore e nel sangue, il ricordo della terribile siccità che per mesi ha minato l’unità dei popoli latini. La pace ritrovata, però, non è che una terribile menzogna. Venti di guerra soffiano sulle Terre dei Trenta e gli Dei mormorano inquieti. Lo sguardo di Ilia, la giovane vestale rinnegata, è arso da un fuoco nero. Il fuoco del Dio Marte, il Signore delle Battaglie, che le ha sussurrato al cuore un’oscura parola, affilata come una lama: vendetta! Altrove, in uno sconfinato bosco ai confini di Velia, sul Tevere, due giovani stremati dalla vita – l’orfano Wiros e il legittimo erede al trono Yemos – sopravvivono come fuggiaschi, cercando di sfuggire l’ombra di una crudele nemica. È una creatura che veste le spoglie di una lupa gigantesca e corre in mezzo alla selva. Con lei c’è un popolo feroce costretto all’esilio, che venera Rumia, la Madre dei Lupi. Si fanno chiamare Ruminales. Sono demoni, silvani, fauni? Nessuno sa dirlo, perché nessuno è mai vissuto abbastanza per poterlo raccontare, ma bramano una cosa soltanto… La carne dei nemici vinti. E mentre gli uomini cercano la gloria in terra, gli Dei si stanno già preparando al più selvaggio fra gli scontri. Una battaglia immane. La regina di tutte le battaglie. Con “La regina delle battaglie” prosegue la trilogia storica che riscrive le origini di Roma. In contemporanea con la serie di Matteo Rovere in onda su Sky, nel secondo volume della saga scritta da Luca Azzolini ritroviamo i protagonisti del primo libro, nel loro percorso fatto di intrighi, tradimenti, atti di viltà e di coraggio, che li porterà a scrivere una delle pagine più importanti della Storia.

Recensione

Buongiorno Lovers anche oggi come da tradizione ormai si torna a parlare di “La regina delle battaglie ” il secondo volume della serie Romulus che è arrivata su Sky con la prima stagione. Ringrazio anche la Harpercollins per avermi inviato il libro in omaggio e per la fiducia in me.

“La regina delle battaglie ” riprende da dove si era fermata la narrazione del primo volume “Il sangue della lupa” dove Ilia era stata sepolta viva da suo padre il re Amulius per aver disonorato il tempio di Vesta, mentre Wiros e Yemos stanno scappando dalla Dea Rumia attraverso il bosco sacro.

Anche sta volta i personaggi principali sono Ilia , Yemos e Wiros che si ritroveranno ad affrontare sfide pericolose in mezzo a intrighi,menzogne, mistero e passione.

Il personaggio di Ilia e quello che piu mi ha colpito in questo secondo volume, perché il primo finisce con lei sepolta viva, come punizione per aver spento il sacro fuoco di Vesta, mentre nel secondo la troviamo che prega tutti gli Dei per essere salvata ormai vicina alla fine, ma le sue preghiere vengo ascoltate e un dio che lei non ha mai pregato decide di reclamarla come sua. Ilia ora appartiene al dio Marte e dentro di lei score il fuoco nero,un fuoco che spingerà Ilia sulla strada della vendetta e della guerra, una vendetta per la morte dell’amato Enitos che non troverà pace finché non avrà trovato e ucciso Yemos e tutti quelli che lo stanno aiutando.

Yemos e Wiros invece si stanno dirigendo verso la città di Gabi in cerca di appoggio e aiuto da parte del vecchio re amico di suo padre. Ormai vicini alla loro meta Yemon e Wiros vengo trovati e rapiti dai figli delle Dea Rumia che fanno di loro due i nuovi membri del branco. E io mi fermo qui perché non voglio svelarvi più del dovuto.

“La regina delle battaglie ” è un libro originale, potente, storico, crudele, dove non mancano i colpi di scena, dove i nostri protagonisti sono sempre in allerta e temono per le loro vite. Con questo secondo volume veniamo a conoscenza di fatti e scoperte incredibili, assistiamo alla nascita di nuove opportunità guidate dalla sete di vendetta e potere e dove solo i morti sanno mantenere i segreti. Questo secondo volume non ha niente da invidiare al primo, la narrazione è sempre da più punti di vista, che ci permette sempre di avere un quadro più chiaro sulla situazione dei nostri protagonisti, le scene sono descritte nei minimi dettagli tanto da renderle reali, le sensazioni e le emozioni vengono percepite al massimo tanto da far credere al lettore di trovarsi insieme ai protagonisti nei boschi della Dea Rumia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...