Giallo · Historical romance · Senza categoria · Series

Review Party :Enola Holmes: Il caso della dama sinistra

Titolo: Enola Holmes-Il caso della dama sinistra

Autore: Nancy Springer

CE: DeA Planet Libri

Prezzo: 14.90 cartaceo,6.99 ebook

Pagine: 240

Trama: Sfuggire al detective più brillante del mondo sembrerebbe un’impresa persa in partenza: nessuno ha abbastanza arguzia per superare Sherlock Holmes… Nessuno tranne sua sorella Enola. Che infatti non ha la minima intenzione di farsi rinchiudere in casa per diventare una signorina a modo, come vorrebbero Sherlock e Mycroft. Del resto, Enola se la cava benissimo da sola. E adesso che ha iniziato a lavorare presso lo studio del dottor Ragostin, illustre detective di Londra, sa di aver trovato la sua strada. È proprio qui che per la prima volta sente parlare di lady Cecily. Bellissima e corteggiatissima giovane che dal giorno alla notte svanisce misteriosamente nel nulla. Che si tratti di fuga d’amore? O peggio… di omicidio? Le tracce sono indecifrabili, le strade di Londra insicure, Scotland Yard brancola nel buio. Enola però non si perde d’animo: è pronta a prendere in mano le indagini e infrangere tutte le regole, pur di risolvere il caso. Sempre che questo non la trasformi nella prossima vittima… Tra incredibili travestimenti e fughe rocambolesche, continuano le avventure di Enola, un’eroina intelligente e caparbia, capace di farla sotto il naso dello stesso Sherlock Holmes. Età di lettura: da 12 anni.

Recensione

Buongiorno Lovers , oggi torno con un review party per la DeA dedicato ai romanzi di Enola Holmes scritti dall’autrice Nancy Springer.

Questo secondo capitolo di Enola Holmes riprendere le avventure della nostra protagonista alcuni mesi dopo la fine del primo, e se ricordate bene alla fine del primo libro Enola apre un attività sotto falso nome,quello del dottore Ragostin, perché ovviamente non può farlo al suo nome, quindi Enola si ritroverà a passare la maggior parte del suo tempo fingendo di essere la segretaria del dottore, una certa Ivy.

Il libro si apre esattamente come il primo, con un prologo che vede per protagonista la nostra Enola mentre si trova in pericolo, per poi spostare l’attenzione sul prossimo capitolo dove i protagonisti sono Sherlock e suo fratello maggiore che stanno avendo una discussione proprio sulla loro sorella. Sherlock sembra molto preoccupato riguardo sua sorella, temendo che possa trovarsi in serio pericolo, mentre Mycroft non se ne preoccupa affatto, cosa che manda Sherlock fuori di testa, tanto da essere rimproverato dal fratello con l’accusa di non pensare razionalmente.

Dopo questi primi due prologhi si passa alla vera azione, infatti troviamo un Enola travestita da Ivy che sta per ricevere il fidato compagno di avventure di Sherlock, il dottor Watson, che sta cercando il dottor Ragostin per affidargli un incarico ,quello di trovare la sorella di Sherlock. Potete solo immaginare la paura di Enola di essere scoperta proprio dal dott. Watson , ma e grazie al dottore che la nostra Enola viene a conoscenza della scomparsa di lady Cecily, il suo prossimo caso.

Enola inizia cosi a indagare sulla misteriosa scomparsa di Lady Cecily ,notando cose che alla madre e alla polizia sono sfuggite, arrivando anche a delle teorie su come fosse fuggita e con chi. Grazie alla sua ricerca e al suo lavoro notturno quello di “sorella della notte” scopre tutta la verità sulla suga di Lady Cecily, ma incontra anche suo fratello in un paio di occasioni, arrivando anche a svelare la sua presenza a Sherlock pur di salvare la vita a Cecily.

Io personalmente ho amato il suo incontro con Sherlock e il loro modo di interagire, se dovessi scegliere una scena preferita di questo libro, sarebbe sicuramente l’incontro dei due Holmes, di Enola e Sherlock, perché mi hanno fatto mancare l’aria quando si sono incontrati.

“Enola holmes-il caso della dama sinistra” e un libro che rapisce il lettore e lo immerge nella cultura vittoriana, non risparmia al letture le condizioni di quei tempi, specialmente quelli dei meno fortunati, anzi riesce a descrivere le loro peggiori condizioni come la povertà, il degrado della società, le condizioni fisiche delle persone senza una dimora e tante altre cose, inoltre Enola si dimostra una narratrice deliziosa, intelligente, compassionevole e divertente , da notare i suoi mille travestimenti che l’accompagnano per tutta la durata del libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...