Aplha man · Bad boy · Dark romance · Erotico romance · Mafia romance · Nuova uscita · Romance · Segnalazione · Standalone

Segnalazione : Dobermann

Autore: JD Hurt
Titolo: Dobermann
Serie: Honorable Men Series
CE:: self published
Genere: mafia – dark – suspense romance
Pagine: da definire
Prezzo e-book: 2,99 euro
Cartaceo: in preparazione

Trama: Doveva essere un danno collaterale, qualcosa che mi avrebbe salvato la vita e avrei reso infelice per sempre. Impossibile donare gioia quando tu stesso sei l’essenza dell’amarezza. Ma poi l’ho odorata,sniffata come una dannata striscia di cocaina. Cinque minuti, lei è diventata tutto il mio mondo.So ciò che state pensando. È la solita storia, col solito protagonista cattivo. Niente di più sbagliato; al massimo posso essere il vigliacco. E forse non sono neanche quello. Non so molto di me, ma il mio ruolo nella mafia è sempre stato quello del Dobermann.Non un soldato, neppure un servo.Un fottuto cane ammaestrato a umiliare. Ora quel cane vuole lei, Dafne Morabito. Chiamatemi Dobermann oppure col mio vero nome: Boris Solara. Non me ne frega niente; dovete solo capire che le appartengo.Una maestra, una ragazza semplice. Ecco quello che volevo essere; sono arrivata a Roma con una valigia piena di sogni e speranze da realizzare. Per farlo mi sono rivolta al ragazzo più scaltro e buono del mondo: Claudio La Barbera. Lui mi ha protetta da mia madre, dalla mia vecchia famiglia,soprattutto da un passato che non ho scelto. Credevo di essere al sicuro. Poi è arrivato Dobermann: l’uomo che, in due giorni, ha ribaltato il mio mondo.Dice di essere un cane arrabbiato e, a volte, fa davvero delle cose terribili. Eppure ti spiazza con una dolcezza che non ho mai conosciuto nella vita.Il punto è che io non voglio la sua tenerezza. Desidero un futuro lontano dalla mafia, una vita normale e onesta. Ma sono sempre vissuta in un castello di segreti pronto a crollarmi addosso.Ora pago il conto. Una delle note spesa è proprio il sentimento che provo per lui.Mi chiamo Dafne Morabito, anche il mio nome è una bugia. Dafne e Boris, quando l’amore scavalca il destino.

Estratti

Pov di Dafne

So che mi sta guardando. Lo fa da giorni. Quando sorseggio il caffè con Claudio, mentre saluto i bambini all’uscita da scuola. Persino quando faccio la spesa per poi nascondermi nel mio appartamento in piazza della Radio.Si posiziona in viale Marconi come un dannato obelisco e attende che esca per buttare la spazzatura. Dopo si dilegua nel suo cazzo di hotel a pochi metri da casa mia. I primi giorni non si faceva notare; ora vuole che lo veda. Povera, piccola, stupida sentinella illusa. L’ho sempre adocchiato; ho un rilevatore per le spie della mafia. So che loro mi stanno cercando. Sbatto le palpebre indecisa se fuggire o rimanere. Troppo tardi; il Marcantonio ha attraversatola strada.“Ciao, Dafne!” l’ultimo alunno trotterella verso la madre. All’improvviso via Blaserna si svuota. Deve essere vero che certi momenti corrono, mentre alcuni durano per sempre.Questo è infinito.Il suo viso. Perché mi sembra familiare? Le movenze. Perché appaiono una danza che ho già ballato?Rimango ferma, nonostante tutto in me urli: scappaaa !Ma quando arriva a un metro dal mio corpo, il mondo mi crolla addosso.La lacrima tatuata sullo zigomo. Quella scritta maledetta. Mob Dog. Raccontano un’ombra. Una storia che doveva essere la mia.

Pov di Dobermann

Quando sei un cane della mafia, se vuoi dimenticare almeno per un attimo le ragnatele che ti porti appresso, devi farti bastare una birra a colazione. In quei momenti ti si alza la voce di due ottave, ti nasce un sole dentro che sembra quello dei Caraibi.In realtà è un misero raggio; appena il luppolo abbandona le arterie, torni a stare al freddo.Questa ragazza mi fa lo stesso effetto. È un’illusione sensoriale. Anche adesso che mi illumino del suo viso delicato, delle palpebre tremolanti contornate da ciglia di seta, dei seni che premono sulla camicetta.In un mondo normale sarei il fidanzato che spia il suo sonno per poi ricoprirla d’attenzioni al risveglio.Ma il mio è un universo dove arrivare al tramonto significa aggiungere pezzi alla fine. E finita deve esserlo anche lei se si è tradita con quella stronzata sul non conoscere nessuno proveniente da New York.La credevo una bimba ingenua e manipolabile, invece ha subito chiamato Claudio per salvarla. Sai forse chi sono e ciò che ho fatto a Claudio, maestrina? Fai parte della mafia anche tu?Perché racconti balle?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...