Romance · Second chance romenze · Standalone

Recensione : Un estate a Parigi

Un'estate a Parigi di [Sarah Morgan]

Titolo: Un estate a Parigi

Autore: Sarah Morgan

CE: HarperCollins

Pagine: 432

Prezzo: 15.00 cartaceo, 6.99 ebook

Trama: Grace non crede alle sue orecchie quando, dopo venticinque anni di matrimonio, suo marito non solo le dice che non andrà a Parigi con lei per il loro anniversario, ma che vuole il divorzio. Grace è sconvolta, ma si fa forza e decide di partire lo stesso. Parigi è il suo sogno da sempre. Anche Audrey ha il cuore spezzato quando arriva nella ville Lumière. Un lavoro in libreria è il suo biglietto per la libertà, ma purtroppo non sa il francese e l’impresa sembra destinata a fallire. Finché Audrey e Grace non si incontrano e tutto cambia. Le due infatti sono vicine di appartamento nel palazzo sopra la libreria e subito diventano amiche. Sono arrivate a Parigi per ritrovare se stesse, ma quell’incontro potrebbe cambiare la loro vita per sempre.

Recensione

Buongiorno Lovers, oggi vi parlerò di un libro che non ha bisogno di essere presentato, almeno credo, in collaborazione con la HarperCollins che ringrazio per l’opportunità, “Un’estate a Parigi” di Sarah Morgan.

“Un’estate a Parigi” vede come protagoniste due donne, molto diverse tra di loro ma, con un passato simile. Grace un insegnante americana con una vita e una famiglia bellissima e Audrey un inglese diciottenne aspirante parrucchiera con una vita complicata e disordinata. L’incontro tra loro due avviene per mano del destino e grazie all’amicizia che instaureranno sapranno guarirsi avvicenda .

Le vite di Audrey e Grace necessitano di una pausa e un estate a Parigi e proprio quello di cui hanno bisogno per riscoprire se stesse e per stare bene. L’incontro tra loro due avviene in una situazione un po particolare, Grace viene derubata e Audrey assiste all’accaduto, cosi interviene e recupera la borsa di Grace restituendola alla legittima proprietaria instaurando cosi un legame. Grazie ad Audrey, Grace capisce che può essere ancora una donna attraente, sexy e sicura di se senza mettere da parte il suo essere mamma, mentre Audry grazie a Grace, capisce che essere dislessici non vuol dire essere stupidi e ignoranti ma, che si può imparare le cose in modo diverso. Il legame tra loro due si evolve giorno per giorno e si ritrovano a parlare sempre di più, a confidarsi con facilitò , tanto da diventare quasi migliori amiche e di non aver bisogno sempre di parlarsi perché si capiscono con un solo sguardo.

“Un estate a Parigi ” e un libro che racconta la rinascita , l’amicizia e la compressione di se stessi sullo sfondo di un’incantevole Parigi tutta da riscoprire, tra le pagine di un libro, i scaffali di una libreria e le strade affollate di turisti, con una scrittura molto fluida e abbastanza scorrevole, tra i personaggi spicca quello della nonna Mimi che con i suoi consigli sa sempre come tirare su di morale Grace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...