Senza categoria

Recensione : Un perfetto bastardo di Vi Keeland e Penelope Ward

Titolo: Un perfetto bastrado

Autore: Vi Keeland e Penelope Ward

CE: Newton compton editori

Pagine: 346

Prezzo: 12.90 cartaceo. 4,90 gold , ebook 3,99

Trama: “Era una mattina qualunque, il treno era affollato e tutto sembrava noiosamente normale. A un certo punto sono stata come ipnotizzata dal ragazzo seduto vicino al corridoio. Urlava contro qualcuno al telefono come se avesse il diritto di governare il mondo. Ma chi credeva di essere con quel suo completo costoso? In effetti, gli conferiva un’aria da leader, ma non è questo il punto. Non appena il treno si è fermato, è saltato giù così in fretta da dimenticarsi il telefono, e io… potrei averlo raccolto. Potrei anche aver spiato tutte le sue foto e chiamato alcuni dei suoi numeri. Okay, potrei persino aver tenuto il telefono dell’uomo misterioso fino a che non ho trovato il coraggio di restituirlo. Così ho raggiunto il suo ufficio da snob… e lui si è rifiutato di vedermi. Ho consegnato il cellulare alla reception dell’ufficio di quel bastardo arrogante. Ma potrei, diciamo per ipotesi, avergli lasciato qualche foto sul telefono. Foto non esattamente angeliche.”

Recensione
Buongiorno lettori, per chi mi conosce e per chi mi segue sa che ormai per me la Vi Keeland e una delle mie autrici preferite e non potevo non leggere un altro dei suoi capolavori, anche se sta volta e un capolavoro a quatto mani, infatti il libro e scritto in collaborazione con un altra scrittrice che non conosco poi cosi bene, sto parlando di Pepelope Ward che ho conosciuto con “odio amore “
“Un perfetto bastardo” e il secondo volume della trilogia dei bastardi il primo e “Bastardo fino in fondo ” tra tutti i tre devo dire che mi sono piaciuti il primo e il terzo , questo e vero mi e piaciuto ma non ha la comicità dei primi due e nomino solo una cosa LA CAPRA .
Come avete capito dalla trama ce sta ragazza che trova il cellulare del tipo che urla in tremo e dopo un paio di giorno alla fine decide di prendere di petto e che petto, la situazione e va da lui in azienda a restituirlo , ma lui non la riceve e lei cosi su due piedi lascia due foto sul cellulare di lui come ricordo dando via cosi ad una serie di messaggi alcuni normali e altri più spinti,
Ora io mi fermo perché per sapere qualcosa in più dovete leggerlo perché anche se come preferito e al terzo posto, merita di essere letto , come libro e bello , semplice , scorrevole e fluido ma e anche divertente frizzante e ironico e pieno di colpi di scena. Grazie al talento del duo il lettore rimane incollato alle pagine con il sorriso sulle labbra e altre volte con un risata che fa bene all’anima.
Il mio voto e di 4,5 /5 stelline

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...