Senza categoria

Recensione : Stars: noi stelle cadenti di Anna Todd

Titolo : Stars: noi stelle cadenti

Autore : Anna Todd

Casa Editrice: Sperling & Kupfer

Pagine :312

Prezzo : 17.90 cartaceo , 8.99 ebook

Trama :
Karina ha vent’anni, ma ha già imparato sulla propria pelle quanto la vita possa essere complicata e le relazioni fragili. Per questo, dopo il divorzio dei genitori e anni di traslochi da una città all’altra per via del lavoro del padre, ora è in cerca con tutte le sue forze di certezze e stabilità. Per ricominciare ha scelto un lavoro tranquillo e un piccolo appartamento, bisognoso di qualche riparazione, come il suo cuore, che da tempo si è decisa a non ascoltare. Un giorno, però, incontra Kael, che l’attira a sé con i suoi modi gentili e rassicuranti. Kael è riservato, paziente e un ottimo ascoltatore. Quando è con lui, i dubbi e le insicurezze di Karina si dissipano e il rumore della sua vita caotica sembra magicamente affievolirsi. Ma Kael non è quello che sembra. C’è qualcosa sotto quella facciata calma e rasserenante, uno spirito ribelle, che non sa stare dentro schemi troppo rigidi. Per Karina, però, è ormai troppo tardi e, nonostante la sua ostinata resistenza, si trova coinvolta in un nuovo vortice, in un nuovo mondo ancora più oscuro del suo, e pieno di passione.

Recensione : Buongiorno lettori oggi vi parlo di Stars: noi stelle cadenti, un libro che ho visto praticamente ovunque su Instagram. Beh finalmente ho deciso di leggerlo anche io insieme ad un’altra ragazza che gestisce il blog ” Il circolo dei sognatori “. Questo libro al inizio mi e piaciuto solo che piu andavo avanti più diventava noioso, piatto e monotono senza una traccia di azione. La protagonista e di una noia mortale , sempre li a parlare e parlare, a perdersi nei suoi pensieri, mentre lui e un personaggio chiuso dentro se stesso non si capisce mai cosa pensa, e sempre taciturno e le parole escono con la forza dalla sua bocca. Mentre leggevo ho pensato ma perché la protagonista non sta mai zitta, sempre li a parlare con lui anche se sembra una conversazione a senso unico e ogni tanto anche lui butta li una parola per farci vedere che esiste, se no ci si dimenticherebbe facilmente la sua presenza. Più andavo avanti e più diventava noioso, confusionario e senza senso. Non si capisce come fanno ad innamorarsi, poi i pensieri di lei sono confusionari, ti fanno perdere il filo del discorso, le litigate senza senso , lei che odia la matrigna , il rapporto che ha con il padre non si capisce perché prima afferma che e un buon padre poi ribalte tutto dicendo che e un bugiardo e un manipolatore. Ho fatto fatica anche a capire quando lei e Kael sono ritornati insieme, il fratello di lei sembra un imbecille, ma lei continua a lodarlo. Non ho capito questo accanimento della scrittrice di far sposare tutte persone solo con i soldati, i temi importanti da affrontare non sono stati sviluppati a dovere ma solo buttati li in mezzo alla trama senza una spiegazione. Io personalmente mi aspettavo qualcosa di più d questa autrice anche se con “After” ho buttato la spugna perché non era un granché. Il mio voto purtroppo e di 2,5/5 stelle, ovviamente leggero anche il seguito sperando in un miglioramento della storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...